Sicurezza sul lavoro








ROMA E PROVINCIA – BOLLINO ROSSO PER RAPINE


ROMA E PROVINCIA – BOLLINO ROSSO PER RAPINE

Ancora non ci siamo – La provincia romana rimane un bollino rosso per rischio di rapine. Negli ultimi giorni sono susseguiti diversi atti criminali, che hanno preso di mira diverse attività, a discapito dei dipendenti inermi, che hanno dovuto affrontare una situazione che ha sconvolto la loro tranquillità e sicurezza sul lavoro.

Vi riportiamo 3 dei molteplici casi:

  1. Rapina a mano armata a Tor San Lorenzo. Il 23 Novembre intorno alle 12:30 un uomo, a volto scoperto, si è recato all’edicola di viale San Lorenzo e, tirando fuori una pistola, ha minacciato la titolare, intimandole di consegnare l’incasso. Terrorizzata dall’arma, la ragazza ha dato al rapinatore i contanti a disposizione, circa 90 euro. Preso il magro bottino, l’uomo è salito su un’auto bianca ed è fuggito. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione che hanno raccolto la testimonianza dell’edicolante e avviato le indagini per risalire all’autore della rapina. (fonte ilcorrieredellacittà.com)
  1. Farmacia comunale – Genzano di Roma – 25 novembre, alle 18:20, quando un uomo con il volto travisato da un passamontagna e armato di taglierino ha minacciato la dipendente dell’esercizio facendosi consegnare l’incasso. Arraffati i soldi della farmacia comunale 3, il ladro è poi fuggito. Allertati, sul posto, sono giunti i Carabinieri della compagnia di Genzano di Roma e quelli della compagnia di Velletri. Acquisite le immagini delle video camere di sorveglianza e ascoltato la vittima, i militari hanno fatto partire le indagini. Ancora da quantificare l’ammontare dell’incasso rubato. (fonte romatoday.it)
  1. Torrino – Prima la rapina al supermercato Elite di via della Seta, poi la fuga e infine l’arresto.E’ successo il 25 novembre, intorno alle 10. Un romano di 46 anni, è entrato nell’esercizio commerciale e, minacciando le cassiere con un taglierino, si è fatto consegnare gli incassi. L’uomo, che durante la rapina cercava di coprirsi il volto, è poi fuggito con uno scooter senza targa.                               Durante l’azione criminale, un Maresciallo dei Carabinieri, libero dal servizio, che era presente nel supermercato con la moglie, ha inseguito con la propria auto il rapinatore, riuscendo a raccogliere quanti più dettagli possibili utili al rintraccio del malvivente. (fonte romatoday.it)

attivita-commerciale

Tre colpi che mettono in discussione le nuove ed avanzate tecnologie sul campo della videosorveglianza e della sicurezza del luogo di lavoro. Barriere che continuano ad essere penetrabili con molta facilità, sempre a discapito dei dipendenti che rimangono in balia ai malviventi, che puntano anche a piccoli incassi giornalieri.

 

Da considerare, dunque la formazione dei dipendenti per la prevenzione della cosa più importante che queste situazioni possono mettere a rischio: la salute di chi si trova nel punto fisico.

Per questo grazie agli anni di esperienza nel settore della sicurezza sul lavoro e dei corsi di formazione, proponiamo un progetto per offrire a dipendenti ma anche ai datori di lavoro una preparazione completa alla gestione di una rapina.

Clicca qui per scoprire il programma teorico e pratico del corso.